Un piccolo cuore

44

Questa è la storia di un piccolo cuore. E’ la storia di Enzo, oggi ribattezzato Theo dai suoi genitori umani.

Il recupero del piccino

Theo è stato recuperato da me e dal mio amico Enzo una domenica mattina del giugno 2019 in piena campagna .

Il monello, rifugiato nel terreno di un contadino della zona di Pozzuoli (a noi ben noto per il suo carattere poco cordiale ) ha iniziato a piangere disperato. Dopo attenta riflessione …forse non tanta in verità….Enzo ed io abbiamo deciso che per recuperare il piccino bisognava scavalcare il muro di cinta della proprietà privata. La nostra preoccupazione è stata non tanto la “violazione di domicilio” che veniva fatta ma il latrato del cane in lontananza e l’eventuale incontro con il proprietario. Senza chiederci troppo se fosse più pericoloso un cane incavolato nero per una imprevista invasione nel suo territorio o, per lo stesso motivo, una “fucilata” del contadino, ci siamo ingegnati in un recuero lampo…e sucessivamente in una fuga precipitosa. Soltanto dopo il recupero, stanchi, sudati e sporchi(il piccolo si era ficcato sotto una catasta di rifiuti e attrezzi da giardino) ma con il piccino in braccio abbiamo finalmente sorriso.

Un piccolo cuore che fa battere quello di tanti altri

Per questo piccolo cuore in molti si sono mobilitati. Le condivisioni del post di adozione sono state tante e solo grazie a tutte queste, per le quali non finirò mai di ringraziare, il piccino ha finalmente trovato una bella famiglia. Una famiglia capace di amarlo e accoglierlo nel modo giusto.

In particolare devo ringraziare Monica Arisco che, sebbene fosse in vacanza, sin da subito ha dimostrato una cordiale disponibilità nel garantirmi un incontro preaffido, ben sapendo che questo è uno dei passi più delicati del processo di adozione.

Infatti Monica, appena tornata dalle sue vacanze, ha subito organizzato l’incontro.

Grazie Monica, grazie per la tua generosità . La tua è una geniuna generosità rivolta a tutti, pelosetti e umani.

Devo sinceramente dire che la tua energia e determinazione mi hanno dato coraggio e gioia e non solo in questa circostanza. Grazie, grazie , grazie… la felicità del nostro piccino è anche merito tuo!!!

La famiglia di Theo

Oggi Theo è felice. Non piange più. Ha trovato chi si prenderà cura di lui, chi lo amerà e….sopporterà le sue monellerie, il piccolo cresce velocemente e già dimostra un caratterino niente male!

Grazie Andrea Manzo, grazie Maria Arriola, sono sicura che il monello Theo vi riempirà la vita di gioia ed amore, forse in cambio di qualche piccolo disastro. Vabbè gli oggetti si possono riparare o sostituire… l’amore resta!